I provvedimenti disciplinari: come contestarli?
201911.16
0

I provvedimenti disciplinari: come contestarli?

Il datore di lavoro ti ha irrogato una sanzione disciplinare che ritieni ingiusta? Puoi contestarla ricorrendo al Giudice del lavoro oppure promuovendo un procedimento di conciliazione e arbitrato. In quest’ultima ipotesi, entro 20 giorni da quando la lettera contenente la sanzione è stata consegnata al dipendente, si può presentare un ricorso all’Ispettorato Territoriale del Lavoro…

Il pignoramento dei crediti di lavoro
201911.16
0

Il pignoramento dei crediti di lavoro

Il pignoramento è lo strumento con il quale il lavoratore che sia creditore di somme – ad esempio di stipendi non pagati – ha la possibilità di pervenire al loro effettivo incasso, conseguendo perciò il pagamento, anche quando il datore di lavoro si rifiuti, purché abbia preventivamente ottenuto nei confronti dell’impresa una sentenza di condanna…

Crediti di lavoro: il ricorso per decreto ingiuntivo
201911.16
0

Crediti di lavoro: il ricorso per decreto ingiuntivo

Nei casi in cui il datore di lavoro non abbia regolarmente pagato al dipendente quanto dovuto per il lavoro svolto, il dipendente ha la possibilità di chiedere il riconoscimento del proprio diritto di credito attraverso l’intervento del giudice del lavoro, cioè avviando davanti a quest’ultimo con il supporto di un avvocato una vertenza (o causa…

L’infedeltà coniugale: quali diritti?
201910.09
0

L’infedeltà coniugale: quali diritti?

Sapevi che nel caso di infedeltà coniugale è possibile richiedere anche il risarcimento dei danni subiti? L’infedeltà coniugale rappresenta una delle motivazioni che portano i coniugi a chiedere la separazione e successivamente il divorzio. In alcuni casi, tuttavia, oltre al diritto di richiedere una separazione con addebito della colpa, essa può determinare anche il diritto…

La lavoratrice in gravidanza: diritti e tutele
201910.09
0

La lavoratrice in gravidanza: diritti e tutele

La legge stabilisce che le lavoratrici non possano essere licenziate dal momento del concepimento fino al compimento di un anno di età del bambino, se non in casi del tutto eccezionali. Il divieto di licenziamento opera a prescindere dalla conoscenza dello stato di gravidanza e, quindi, anche nel caso in cui il datore di lavoro…

I requisiti del licenziamento disciplinare
201910.03
0

I requisiti del licenziamento disciplinare

I licenziamenti disciplinari sono licenziamenti motivati da una colpa del lavoratore la quale, a seconda della gravità, potrà dare luogo ad una giusta causa oppure ad un giustificato motivo soggettivo di licenziamento. LA GIUSTA CAUSA presuppone una mancanza del lavoratore particolarmente intensa, a tal punto grave – dice il nostro codice civile – da non…

Le tre regole del licenziamento
201909.13
0

Le tre regole del licenziamento

Le domande che più di frequente ci vengono rivolte a proposito dei licenziamenti sono molteplici: solo per citarne alcune, è possibile un licenziamento verbale oppure occorre sempre la forma scritta? E il datore di lavoro è sempre tenuto a fornire una giustificazione del licenziamento, così come a dare un periodo di preavviso? O può anche…

La busta paga: quali sono i contenuti ai quali prestare attenzione?
201907.29
0

La busta paga: quali sono i contenuti ai quali prestare attenzione?

Nel rapporto di lavoro, uno dei documenti più importanti a disposizione del lavoratore, che il datore di lavoro è tenuto a consegnargli ogni mese, è la busta paga – talvolta chiamata “cedolino” o “prospetto paga”. Essa, infatti, rappresenta lo specchio delle indicazioni contenute nel contratto di lavoro o nella lettera di assunzione e, pertanto, costituisce…